La Tecnica dei Corsi Intensivi

Un corso intensivo è un’opportunità unica per accelerare l’apprendimento con l’ascolto diretto di un esperto che espone un argomento, accettando l’interazione con i discenti, affinché possano rimuovere  contestualmente i loro dubbi. L’ascolto di una buona esposizione è fondamentale, ma non sufficiente per superare  l’esame di certificazione PMP® o CAPM®.

Un insieme di strumenti accessori consentono di aumentare l’apprendimento, attraverso tutte le tecniche disponibili, comprese in PMP-Prep Online, per ridurre al minimo il tempo di apprendimento dell’intero programma di esame.

L’utilizzo di più tecniche di studio consente di ovviare all’ascolto diretto di un esperto, concentrato in una o due settimane. In un corso intensivo, per sfruttare a pieno le tecniche di apprendimento accelerato, lo studio deve coinvolgere entrambi i lati del cervello umano: destro e sinistro.

E’ appurato che una persona ricorda:

  •  Il 20% di ciò che legge,

  • Il 30% di ciò che ascolta,

  • Il 40% di ciò che vede,

  • Il 50% di ciò che dice,

  • Il 60% di ciò che fa.

Combinando queste percentuali di apprendimento, ci sono buone probabilità di trattenere le informazioni necessarie per superare l’esame di certificazione, se si segue il percorso che noi proponiamo nelle due formule:   

  • Corso intensivo in aula per 5 giorni consecutivi o al massimo in due sessioni, e

  • Corso online, consistente nello stesso materiale da studiare in autonomia in meno di 100 giorni.

La differenza consiste nella possibilità di ascoltare l’esposizione del docente, le osservazioni degli altri partecipanti e i commenti alle soluzioni errate degli esercizi.  Tutto concentrato in 40 ore di aula.

Va realizzato subito che un corso intensivo è completamente differente da un corso tradizionale, per svariati motivi, tra cui:

  1. In un corso intensivo, l’ambiente in cui viene tenuto il corso è di primaria importanza – Viene prestata la massima attenzione all’utilizzo dei colori, alla temperatura dell’aula, alla disposizione dei tavoli, alla musica di sottofondo, agli odori, al gusto e così via. Si possono scegliere con cura poster e immagini che possano influenzare positivamente il subconscio dei partecipanti. Le immagini possono aiutare a familiarizzare con concetti completamente nuovi.

  2. In un corso intensivo, l’impostazione è altrettanto importante – Ciò avviene tramite il gradimento dell’ambiente (vedi punto precedente) ma anche attraverso il linguaggio del corpo del docente, il tono di voce, l’adeguatezza dei colori utilizzati, l’atmosfera confidenziale o formale che si vuole instaurare per favorire l’apprendimento.  L’enfasi è mettere a proprio agio tutti partecipanti, in un atmosfera rilassata, senza ansia e stress, ma con il rigore di contribuire tutti allo svolgimento del programma del corso.

  3. In un corso intensivo, le frasi mnemoniche aiutano a ricordare – Invece di insistere con liste di termini, schede e ripetizioni, il docente di un corso intensivo spesso impiega tecniche creative per introdurre nuovi argomenti. L’importante è fornire un legame tra la similitudine utilizzata ed i concetti da ricordare. I partecipanti possono essere incoraggiati ad utilizzare la propria immaginazione per legare gli argomenti a parti del proprio corpo o ad oggetti presenti nell’aula.  Questo approccio infonde un senso di leggerezza, creando un ambiente più rilassato e più propenso a seguire anche gli argomenti più barbosi.

  4. In un corso intensivo, si pratica la sovra stimolazione – Anche stando attenti a non trasferire troppe informazioni in una sola volta ai partecipanti, il docente di un corso intensivo rischia di bombardare gli studenti di conoscenze che il cervello umano può assimilare fino all’80%. Gli esercizi, le simulazioni e le discussioni  consentono agli studenti di compensare quello che occorre ad ogni stadio di conoscenza.

  5. In un corso intensivo, si annunciano garbatamente più concetti nuovi -  Spesso i docenti dei corsi intensivi propongono concetti sconosciuti alla maggioranza dei partecipanti,  costringendoli ad assimilare molte informazioni in poco tempo.

  6. In un corso intensivo, si applica la teoria della “Intelligenza Multipla” – Howard Gardner ha teorizzato che esistono 8 tipi di intelligenze: interpersonal, intrapersonal, logical-mathematical, verbal-linguistic, spatial, bodily-kinesthetic, musical-rhythmic e naturalist. In un corso tradizionale si rappresentano prevalentemente le intelligenze verbal-linguistic e logical-mathematical. In un corso intensivo si cerca di eliminare questo sbilanciamento inserendo attività che consentono di attivare le altre intelligenze, come: giochi che comportano del movimento, utilizzo dei colori sulle mappe, utilizzo di musica o canti, manipolazioni di oggetti, etc.

  7. In un corso intensivo, si utilizzano più interruzioni – Dividendo le lezioni in periodi brevi si sfrutta a pieno la curva di apprendimento  (o il ciclo di attenzione del cervello umano). Il cervello umano è più propenso a trattenere informazioni presentate a inizio e fine sessione. Perciò dividendo una lezione in parti più piccole, automaticamente creiamo più inizi e più fine, aumentando l’ammontare delle informazioni trattenute.

  8. In un corso intensivo, si impostano gli obiettivi – Questa tecnica è molto utilizzata  anche nei corsi tradizionali, ma diventa vitale nei corsi intensivi. Il partecipante, fin dall’inizio del corso, deve comprendere chiaramente cosa apprenderà in ogni specifica lezione e come avverrà. Si determinano così gli obiettivi predefiniti da perseguire con maggiore soddisfazione alla fine, specie se gli obiettivi sono stati elencati su una lavagna, e man mano che si raggiungono, vengono spuntati.

Queste considerazioni di TenStep Italia sono alla base dei nostri corsi di formazione che impegnano i partecipanti in giornate da 8 ore per più giorni consecutivi.

L’alternativa, altrettanto valida, è l’accesso agli analoghi corsi online, dove al posto di un impegno continuativo, è possibile studiare nei tempi e nei modi più congeniali di ognuno.

I corsi online, di solito comprendono: istruzioni per l’uso, materiale esplicativo, esercizi di verifica, simulatori, mappe riassuntive, articoli di approfondimento, il tutto affiancato dai testi ufficiali in formato eBook per ulteriori approfondimenti. Si tratta di semilavorati facili da utilizzare e personalizzare per arrivare alla concreta comprensione della materia di studio.

Esempio di corso intensivo:  Preparazione Esame di Certificazione PMI (PMP® e CAPM®).

Esempio di corso online:  PMP-Prep Online.

Vito Madaio, PMP

 

English Spanish Portuguese Bulgarian French English Spanish Croatian Spanish French German Hungarian Indian English Hebrew  Italian Japanese Spanish Spanish Polish Portuguese Romanian and Moldavian English Caribbean Dutch Swedish French Ukrainian

Condizioni Generali            |        Mappa del sito principale              |           Informativa sulla Privacy          |         Contattaci        |   

TenStep Italia di Vito Madaio - Via Orazio Console 140 -  00128 Roma  -  tel. 39-348-3974474 - 39-06-5088134 - P. IVA 07627281004 - Copyright ©2004 - 2011